Draco Emporium

DRACO EMPORIUM
 
Draco Emporium is the rl business of Eldergoth content creators, Dag and Blaize of Impaled Designs and Dragon's Flair.  About Draco Emporium, the logo features a Dragon who keeps a diligent watchful eye on its chosen treasure. Evoking feelings of wisdom, longevity, natures elements, and magic. Draco Emporium is Mike (Dagoth) and Mandy (Blaize). We are your typical paranormal, occult, medieval, renaissance and fantasy loving artistic metal-heads.  Our goal is to provide some of the very best products available in the celtic, pagan, nordic, medieval and renaissance styles.  We offer some very unique and high quality items to generously adorn your collection.  We offer hand made leather goods, jewelry, custom wood burned products and other collectibles.
 
LEATHER:  Large range of hand-crafted leather pouches, bags, bracers/gauntlets, weapon frogs (holsters), key fobs and hair accessories.  All of our materials are hand selected as well as hand designed, carved, tooled, dyed, etc.  Each leather item is sealed and waterproofed using the very best products available.  All dyes and sealants are water based, so no need to be concerned about skin irritation or the environment.
 
JEWELRY:  Draco Emporium offers a beautiful assortment of hand crafted jewelry.  We specialize in Viking Knit, Byzantine and Chainmail jewelry... adorned with a large variety of beads and pendents, many of which are crafted in house.
 
WOOD BURNED GIFTS:  Each item is drawn and layed out by hand.  All are wood burned by hand.  We use no branding irons or embossing machines.  Each piece is one of a kind, unique to the one who owns it.  Each piece is hand stained and varnished in a lighter tone.. although they can be darkened by special request.
   
      Draco Emporium will eventually be traveling to Renaissance, Medieval and Celtic faires and festivals.  All of our merchandise will be available for sale to the general public with the possibility of wholesale grouping.  Hopefully we will meet in a location close to you.  For website and contact information, follow the links below...
 
Check out their creations!

MERLINI SULLA PRESIDENZA PLR: NON CI SERVE UN "NOTAIO" MA UN LEADER

Di Giovanni Merlini

Mi si chiede di schizzare in qualche battuta il profilo del nuovo presidente che vorrei per il PLR. Comincerò dicendo che l’età non è per me un criterio determinante e non lo è neppure la provenienza regionale. Il nuovo presidente dovrà essere soprattutto un trascinatore. Dovrà quindi avere un certo carisma.
Non ci serve un “notaio” che si limiti a ratificare e a eseguire diligentemente le veline passategli dall’Ufficio presidenziale o da qualche notabile influente. In questo memento il PLR ha anzitutto bisogno di un leader, di un vero capo che indichi la rotta, che detti l’agenda politica, che stabilisca priorità negli obbiettivi, che stimoli il confronto con gli altri schieramenti. Insomma un personaggio di riferimento (toute proportion gardée), che sappia infondere sicurezza e fiducia.


La mediazione è stata necessaria negli ultimi anni di crisi per scongiurare il peggio. Ma oggi il PLR ha superato quella fase così delicata. E’ intervenuto un chiarimento importante e chi non si riconosceva più nel programma ha finalmente deciso di togliere il disturbo.
Ora può iniziare la ricostruzione in vista della riconquista del secondo seggio in CdS. E quindi la nuova presidenza non potrà limitarsi a coinvolgere nei progetti il più gran numero possibile di persone, facendosi arbitro e garante dell’unità del partito. Dovrà anche e soprattutto dirigerlo, in una lunga e faticosa campagna che ci porterà diritti alle elezioni di aprile del 2015.
Non basta. Il nuovo presidente dovrà avere il coraggio di profilare maggiormente il PLR su tutti i temi che hanno a che fare con le libertà e con la crescita, con il lavoro e con la creazione di ricchezza, con l’ambiente e con la qualità della vita, in una società viepiù regolata e incline a pretendere l’intervento statale sempre e comunque.
Dovrà inoltre essere un promotore di cultura politica. Potrà così riaffermare ad alta e chiara voce i principi fondamentali del liberalismo, della concorrenza leale, della meritocrazia e del rispetto delle opinioni altrui, in modo da poter rintuzzare i troppo frequenti sproloqui populisti, xenofobi, protezionisti e assistenzialisti che circolano in questo Cantone.
Dovrà saper ascoltare tutti, ma poi dovrà decidere nell’interesse superiore del partito, assumendosene pienamente la responsabilità. Non potrà piacere a tutti. Dovrà per forza scontentare qualcuno: non abbia paura di farlo, è il prezzo della coerenza e della serietà. E dovrà essere paziente. La pazienza non è solo la virtù dei forti, ma è anche la caratteristica di chi, con perseveranza, vuole ottenere risultati ambiziosi. Auguri a chi sarà eletto dal congresso (anche perché non sa che cosa l’aspetta…!).

SEMPER FIDELIS. O FORSE NO... PREGI E DIFETTI DEL MILITARE

Di Alessandro Spano

Ore 06:30, suona la sveglia, comincia la prima delle due giornate di reclutamento dell’esercito. Arrivato per primo alla Caserma del Monte Ceneri, l’immediata impressione è più che buona: i militari sono cordiali, l’aria che si respira è molto grigio-verde e molto diversa da quella cui sono abituato. Inoltre, chi possiede gradi di una certa importanza si fa riconoscere immediatamente: voce sicura di sé, concretezza nelle parole, corpo imponente.

In seguito, il tour de force passa velocemente. Dopo svariati test fisici, piscologici, intellettuali e di carattere personale, arriva - finalmente - il momento della verità: il colloquio con l’ufficiale per l’incorporazione. Arruolato.

Sì, sono contento poiché svolgere il servizio militare, ritengo sia un onore e un dovere di ogni cittadino svizzero. Nonostante tutti i sorrisi sulle labbra però, rimane dentro di me una preoccupazione: riuscirò a conciliare gli studi universitari con il militare?
Già, perché la scuola reclute inizia cinque giorni prima della fine degli esami di maturità e finisce un mese e mezzo dopo l’inizio dell’anno universitario. Probabilmente sì, perché - per fortuna - il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport ha messo a punto alcune “scappatoie” per gli studenti, quali il congedo per studi o il frazionamento della scuola reclute. Nonostante questo però, il problema di fondo rimane: non è facile per uno studente decidere di rinviare di un anno la partenza per l’Uni optando per il militare in ferma continua, oppure di vivere quattro mesi di fuoco tra ultimi esami, scuola reclute e inizio degli studi. Penso in questo caso soprattutto a chi decide di studiare fuori cantone e che, quindi, deve organizzare una stanza e tutto quello che ne deriva.

Ai più sembrerà stupido, ma il problema rimane e urgono soluzioni. Perché non pensare alla creazione di battaglioni speciali, composti da soli studenti universitari? Ci vuole anche un altro cambiamento nei piani della scuola reclute, che permetta a questi battaglioni di assolvere i due mesi d’istruzione di base generale nei mesi di luglio e agosto del primo anno e i due mesi d’istruzione di reparto nell’estate successiva, così da non intralciare gli studi.

Vorrei spendere, infine, due parole sugli insegnamenti dell’esercito. Il fatto di partire per Wangen an der Aare per esempio, è un valore aggiunto agli altri insegnamenti che l’esercito ci può dare. Se sfruttata nel migliore dei modi, infatti, si può anche migliorare il proprio tedesco, imparare a stare fuori casa per lungo tempo e di conseguenza si impara ad essere indipendenti. In due soli giorni, inoltre, ho avuto la fortuna di essere a contatto con ufficiali, sottufficiali e soldati e tutti avevano in comune diverse caratteristiche: amore per la Patria, disciplina, rigore, rispetto verso gli altri e spirito di gruppo. Caratteristiche che vanno al di sopra della politica, della destra e della sinistra, dei contrari e dei favorevoli all’esercito. Caratteristiche queste, che sono in grado di unire una nazione.

iPhone with 9-pin dock cable

Speculative visualization of how the iPhone 5 and a new 9-pin dock cable might look like according to rumours. The image was created a while before the introduction of the new iPhone and cable.

Free use of this 1600 px Sevensheaven image is allowed for commercial and non-commercial purposes, as long as a credit with a clickable link to www.sevensheaven.nl is included.

Download mirrors of this image are allowed, as long as a credit with a clickable link to www.sevensheaven.nl is included.

Sale of Sevensheaven creations is not allowed. If you're interested in selling Sevensheaven productions, please get in touch:

sevensheaven.nl

Thank you.

STALKER (3): L'ANNUNCIO DI CAIMI AL PUBBLICO DI FACEBOOK

Di Carlo Luigi Caimi, deputato

Care amiche e cari amici su Facebook, vi informo che a partire dal 1° settembre 2012 ridurrò progressivamente la mia presenza su questa Rete sociale. Sono entrato a far parte di Fb il 10 marzo 2009 e miei contributi di natura politica, etica e sociale - alternati a musica e a momenti leggeri - si sono moltiplicati a partire dalla primavera del 2010.
Ho cercato di mantenere un buon livello della discussione sulle nostre bacheche, investendo parecchio tempo (anche per la corrispondenza in privato), soprattutto la sera e la notte: i risultati sono stati perlopiù belli e positivi. Ho conosciuto virtualmente molte persone che sono diventate amiche anche nella realtà, e di questo sono molto riconoscente!


Per continuare ad assicurare una presenza seria, ragionata e professionale il tempo che ho a disposizione non è, però, più sufficiente. Sempre più delicati impegni politici e professionali sono nel frattempo diventati prioritari. Non dispongo di Ghostwriter che stendono testi per me e non vorrei neppure averli! Sono sicuro della vostra amichevole comprensione per questa mia decisione e vi ringrazio per avermi seguito con attenzione e interesse - anche senza manifestarvi o senza che io lo sapessi direttamente (l'ho scoperto magari tempo dopo, casualmente).
Grazie a tutte e a tutti!

Chinese Graffiti design

Chinese for my last name "Elston"

Skin Is In

 Look who has something on her skin...mmhmm...Blue Blood created this sexy mesh dress "Nadine". I decided Nadine was close enough to a vampire movie I love Nadja (yes, it is an artsy vamp movie) so to keep within the theme I pulled out my blood and vamp teeth from the closet. If I appear to sparkle in the sunlight, it was not an intentional act!
 
There is a new designer on the Favole Sim, she is also a new designer to Eldergoth Macabre...Mystic Canvas! Although [MC] is not new to the Horror Haute Sale group, I decided to check out her new place. One thing lead to another and we were on the topic of good goth skins and what I look for... pale-white, tasteful blush, dark lips and wicked eyeliner. I think she has pulled it off, what do you think? Her new skin Anella will be available soon, if she has not set it out yet. Anella Skin...delicious!
 
I simply had to feature another Mystic Canvas skins, this is Brit, I felt like a modern day Anotoinette (with her head in tact).
 


 EiDOLAN Skins always make me feel a bit flirtatious, the newest to Eldergoth Designer Megan Release's collection (also owner of a female only Goth Club G.H.O.S.T) is Nikita. She offers a variety of eye make-up, lipstick and cleavage to place a little more emphasis on tender flesh....*checks to see if her fangs are still attached*.

 PunkD Out Designs dropped a few skins into my body bag (that is the file in my inventory), with her Elder Skin. Perfect for any bat lover listening to Punky as she DJ's. Not only is she an incredible DJ, designer in Eldergoth...but she is also one of our newest Eldergoth Bloggers. Have something you want blogged? Drop it on Punkkitty Fitzgerald.
 
 Sexy violet eye make-up and lipstick. Makes me want to run through the teleporter and play at The Fallen! Yes, that is a shameless plug for Eldergoth RP Sponsor, The Fallen.

Dark Drow is another beautifully designed skin from PunkD Out, alluring and magical paired with an outfit from Deviance.

STALKER (2): JELMINI E IL PVP

Di Angelo Jelmini, municipale di Lugano

PVP e mezzi di soccorso. Ieri é stata segnalata una difficoltà di transito di un camion dei pompieri. Ne ho parlato con il comandante: é una situazione che si é sempre presentata in passato e che si sbroglia da sé, senza inconvenienti per i loro interventi, grazie alla collaborazione degli utenti. Con il nuovo assetto viario del PVP il problema é addirittura migliorato grazie all'aumento delle corsie preferenziali riservate ai bus e all'ampliamento della zona pedonale in centro che consente ai mezzi di soccorso (che hanno le priorità) di attraversare la città più rapidamente e di arrivare più velocemente sul Lungolago.

CONCENTRAZIONI EDITORIALI: IL GOVERNO RISPONDE AI GIOVANI

“Chiediamo che il Consiglio di Stato solleciti la Commissione della concorrenza a vigilare sulla libera informazione, sorvegliando l’acquisizione dei gruppi editoriali, delle radio e delle televisioni private”. È un passo di una risoluzione firmata in maggio dal Consiglio cantonale dei giovani all’attenzione del Consiglio di Stato.
Una risoluzione che non ha avuto grande eco (anche perché i media a cui si riferisce non hanno alcun interesse ad amplificare le voci critiche contro gli affari in corso tra Melide e Muzzano).


Ma ora il Governo ha preso posizione sulla questione con un rapporto reso pubblico oggi. Ha rinviato però la risposta nell’ambito della procedura di consultazione avviata dall’Ufficio federale delle comunicazioni (Ufcom) sull’acquisizione di TeleTicino da parte del gruppo Timedia, nel quale il Corriere del Ticino detiene la schiacciante maggioranza. Per farla breve e comprensibile, il Governo, come altri enti consultati, dovrà dire cosa pensa dell’acquisto di TeleTicino da parte del Corriere.
In parallelo, il Governo dovrà anche rispondere all’atto parlamentare di Giovanna Viscardi, firmato da una quindicina di deputati, sulla medesima operazione editoriale.
In maggio il Consiglio dei giovani aveva espresso preoccupazioni molto chiare, riassunte in queste frasi: “Chiediamo al Consiglio di Stato di vigilare sulla situazione, a nostro modo di vedere pericolosa, che si sta creando a livello cantonale con il raggruppamento di ben due quotidiani, una televisione, una radio e due portali internet. Ci chiediamo, infatti, se non sia poco sensato che alcuni di questi mass media ricevano finanziamenti pubblici per garantire la pluralità dell’informazione, per poi essere riuniti sotto lo stesso tetto, con conseguente perdita d’indipendenza”.
Non resta che attendere le risposte del Consiglio di Stato.

STALKER (1): MORISOLI E LA BENZINA A 5 FRANCHI

Di Sergio Morisoli, deputato

Ecco una nuova rubrichetta (io nel ruolo di stalker): opinioni e post di politici tratti da Facebook. Iniziamo con Sergio Morisoli, deputato di Area Liberale.

"La benzina a 5 fr. al litro. C'e' chi vuole salvare le piante, i vegetali ma vuole far crepare le persone. Per la stragrande maggioranza dei cittadini normali, l'auto non è un lusso è una necessità per sopravvivere. Soprattutto per i meno abbienti il costo della benzina incide tantissimo sul loro budget. Vogliamo farli soffrire ancora di più dicendogli che poi però senza soldi e in assistenza potranno passeggiare beati in paesaggi stupendi liberi dal CO2? La ministra che propone questo, è ricca, ha l'autista pagato dai contribuenti, l'abbonamento generale delle FFS gratis, il jet privato del Consiglio federale, per lei la benzina potrebbe costare anche e10 fr. al litro".

MA BATMAN È DI DESTRA?

Di Andrea Leoni

“Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno” non è un film riuscito. Non ha nulla a che vedere con lo straordinario affresco sull’intreccio tra bene e male dipinto nel secondo capitolo della trilogia diretta da Chrisopher Nolan. In quest’ultimo episodio la trama zoppica, le tesi e le provocazioni filosofiche e politiche sono arruffate, poco approfondite e prive di intuizioni narrative, così come i personaggi, senza profondità: sagome che sfilano, e nulla più. Al contrario della puntata precedente, dove si indagano con cinica lucidità ed epica sontuosa, temi essenziali dell’umanesimo.
La follia anarchica del Joker, contrappeso indispensabile per l’esistenza di Batman e per l’equilibrio tra l’oscurità e la luce, che sono distinti ma non hanno un confine, anzi, talvolta si mescolano, si contaminano.


E poi c’è l’analisi del caos, “ingiusto ma equo”. Il sacrificio al male come necessità per affermare il bene. Ma questa non è una recensione cinematografica. Parliamo di questo film perché questo film parla di noi. Di noi cittadini di questo tempo.
Pur con le premesse fatte in apertura, la trama affronta temi come la crisi e l’esplosione sociale che può produrre. La metafora sul crac finanziario è narrata in due scene. La prima è una rapina: la Borsa viene assaltata come una banca con irruzione, sparatoria e fuga. La seconda scena, strettamente connessa alla precedente, racconta di come Bruce Wayne resti vittima di una truffa che fa sprofondare il suo business e la sua ricchezza. Il raggiro, messo in atto attraverso il massiccio acquisto di future, titoli tossici, è ordito per scalzarlo dalla poltrona più alta della Wayne Enterprise. Gli vogliono portar via l’azienda per avidità e scopi malvagi. E così Bruce Wayne, suo malgrado, finisce sulle prima pagine dei tabloid come uno speculatore dei giorni nostri.
Una vittima del capitalismo cattivo, lui cavaliere di quello buono. Fotografia etica un po’ sempliciotta ma chiara. Nel frattempo Bane, il cattivo del film, comincia la sua rivoluzione che parte dal basso. Nel senso letterale del termine: la guerriglia si organizza nelle fogne. Esplosa la rivolta, Bane, aggruma attorno a sé i reietti di Gotham City (che è New York e non a caso), attraverso una propaganda populista costruita su quel campionario di slogan che mai come oggi ci sono familiari. I ricchi vengono privati delle loro proprietà (esproprio proletario si sarebbe detto una volta…) che finiscono a beneficio del popolo.
Come del popolo è il tribunale che li processa sommariamente. E il popolo, naturalmente, diventa esercito a difesa del suo nuovo status: suggestiva la scena di uno scontro in campo aperto con la polizia. Come è suggestiva la scena in cui Bane libera dalla prigione decine di detenuti finiti al fresco a causa di una legge viziata da una grande inganno. Una bugia raccontata ai cittadini per varare il provvedimento.
Svelata la frottola la gente si ribella, e non conta più se la legge è buona o è cattiva, ma se è ispirata dalla verità e dunque se è credibile. Questo è un altro tema ricorrente della pellicola: le bugie a fin di bene sono un mezzo accettabile per permettere a una società, o a un uomo, di vivere con meno sofferenze, o addirittura in pace? Oppure la verità presto o tardi torna con una forza devastatrice capace di spazzare via le fragili fondamenta costruite sulla menzogna? La risposta di Nolan è chiarissima, la seconda.
È un film di destra, hanno scritto di quest’opera. Lo è, secondo la tesi, perché il racconto sottintende che il crollo del capitalismo produce fenomeni devastanti come quelli incarnati da Bane, con leggi del popolo, rivolta di classe, caos e azzeramento delle istituzioni, la fine della democrazia. Il populismo al potere. E dunque salviamo il capitalismo. Ma è una stupidaggine.
Perché è proprio quel capitalismo, con le sue astuzie, i suoi inganni, le sue ingiustizie, il suo senso di onnipotenza, il suo disprezzo per chi è fuori dall’Olimpo, a produrre il disastro. È quel modello a creare le condizioni sociali, il brodo di coltura, perché la rivolta attechisca nel cuore e nella mente delle persone. È un disastro che produce un altro disastro. È la crisi. Se non c’è fame, non si fa la rivoluzione, dice un vecchio detto.
“Sta arrivando una tempesta, signor Wayne, e quando sarà arrivata vi chiederete come avrete potuto pensare di poter vivere così alla grande”, sussurra Selina al miliardario mentre Gotham, nelle torri d’avorio dell’alta borghesia, vive in tempi di pace. “Sembra che non veda l’ora che arrivi”, risponde Wayne alla ragazza, ladra d’alto bordo ma cittadina della periferia che ribolle. “Io mi so adattare”, replica.
In questo dialogo c’è la genesi del disastro e delle sue metastasi sociali. Non è di destra, proprio perché il film affonda le radici nella nostra quotidianità, anno 2011, dove la crisi appiattisce le differenze, e destra e sinistra sembrano davvero una timida sfumatura eredità del secolo scorso.
La rivoluzione di Bane non è un’edera che si alimenta di ideologia. Non ci sono vessilli, non ci sono divise, non ci sono parole d’ordine. Non c’è la politica. La sua rivoluzione è una lotta senza scopo e senza prospettive. Non punta ad istituire un potere alternativo. È solo un inganno per distruggere Gotham. Un inganno, simile nelle venature, a quello messo in atto in precedenza dalle istituzioni, e da Batman, per salvare la città. Un’altra bugia che produce un’illusione di libertà.

Horror Haute Goodies!

This month's Horror Haute has dragged me out of vacation! I must share the goodies with all,as there are some GREAT gifts out there.



Starting off with the .NeverMore. Badriyah Altar
Comes with 6 sinfully delightful poses! (This one .. well This one is for Annabele herself). I also sported .:CoLLisions:. Machiavellian Piercings and Tattoos set. Really.. all you ever need to wear on an altar,right?


I have to say.. this little number made me smile. A great mesh dress from 
.::Distorted Dreams::. Has the Death Version and a Love Notes Version.


As I unpacked my goodies I came across this doll of a dress from ~*~Souzou Eien~*~  Kureji Loli Dress
This gift includes a fat-pack of colors.. (Pictured is the Rose) And to make it even better... the hat is included also! 


As I continued to make a mess out of my home with all the un-boxing and tissue paper flying everywhere I came across a collection of goodies.. The first being a skin from [Mystic Canvass].The Dreadna Skin is simply amazing, from the coloring to the makeup.. an all around win. So I dive into the next bag to find.. a pair of arm bands from @->~InSpired Designs. 'I've got your back' arm guards come as a pair for both the girls and guys with a blood accent tattoo to wear to truly set them off  well. 



After a brief break for some coffee , the unpacking continues to come across the .::Kre-ations::.  Dark Side of the Moon Bloody Skin (comes with a shape too). This skin is so nice... you probably won't want to wear clothes with it.



Now on to the ~.:.Hysteria.:.~ goodie bag..which I eye with delight. I am always excited for new ink in either world. I throw on the tattoo and wait..with a little squeal I see the 'On My Arms' tattoo will go well with many many of my outfits.Perfect touch for when you want to be subtle yet sexy.


Finally, I come to Pin Me Down's 'Pierce Me'. I am a huge fan of belly wear.. usually the more bloody and gory the better. This piece is perfect.. adds that hint of pain and blood and sexy all together. 

All in all a great showing from the Horror Haute designers! I am always amazed at the talented and twisted minds in this group and very happy to be able to help showcase their work. Thank you Designers for a truly spectacular offering this month! ~ Punky

SU 20 MINUTI PARLANO DI ME


Lovecraftian Love Fest!




...LAYDEEEZZZ AND GENTLEMEN! WELCOME TO THE GREATEST SHOW ON SECONDLIFE!...

The HP Lovecraft Roleplay Group is proud to announce the coming of the Lovecraft Festival!
...and the carney'z a-comin' to town!
 
H.P. LOVECRAFT FESTIVAL
The HP Lovecraft Roleplay Group is proud to announce the coming of the Lovecraft Festival! ...and the carney'z a-comin' to town! Look for the event, slated to be September 22-23, 2012, 10am-10pm SLT, during the Autumnal Equinox! Official times to be .

PLANNING UPDATE
Advertising to have in late September, we are moving forward to firm up things for the BIG EVENT! That said, please respond to the following questions if you are interested in the event in any way. Details of the event plans are found after the key questions.
------------------------------

QUESTIONS - Please Reply:
How would you like to be involved?

     - Planning
     - Hosting (Involved in actual all-sim Festival Activities):

     - Sim Hosting (Representing a Sim as a "local event host") 1000L: Sim Hosts are asked to contribute 1000L to the event, to be used for promoting the festival, securing gifts, prizes and other things to make the festival more appealing to attendees.

     - Vendor Rep (Having Vending Space at the "main event") 500L: Vendors will be given area to set up shop and promote their products and services at the Festival's "kick-off point."
------------------------------

DETAILS ABOUT THE EVENT PLANS
------------------------------
The Lovecraft Festival is a multi-sim event featuring sims, activities and themes centered on the themes of the Granddaddy of Horror and Master of Weird Fiction, Howard Phillips Lovecraft. Guided by the ever-present Carrival Ticket Booth, you will be able to teleport from site to site, sim to sim, and enjoy the offerings of each host sim, as well as be involved in quests, shopping and activities that cover all sims!

This event will kick off September 22-23, 2012, 10am-10pm SLT, and we're taking on members for planning and organizing this great show! The purpose of course is to create a Lovecraft-themed event with an overall carnival/circus atmosphere, twisted deeply to the feel of the works of the "Granddaddy of Weird Fiction" himself.

FESTIVAL TICKETBOOTH: The key to linking all Festival Activities, the ticketbooth will be present at each hosting sim as well as other areas, serving as an information booth, TP tool for all Festival activities, and "freebee" giver for any wishing to attend the festival activities.

MAIN FESTIVAL ACTIVITIES: The main activities will involve a combination of all-purpose event functions, vendor booths,  hunt and quest-type activities, etc.

SIM HOSTS! If your sim is either Lovecraft-oriented, Steam Punk, early 1900s era, or able to say "YES, WE FIT AND WANT IN!" then you are invited to be a part! Each host sim be given a ticketbooth, set up their own sim-themed event. In fact, if you can create anything "Lovecraft-themed," you are more than welcome to be a part in this "Big Show!"

VENDORS! Do you have Lovecraft-oriented, Steam Punk, early 1900s era or general "horror" products to sell? Then you are invited to present your products!

ENTERTAINERS, ACTORS, PERFORMERS, and other SHOW FOLKS! Would you like to be involved? Would you like to take part in roleplay scenarios, circus and carnival performances, etc? Then you're welcome to come on and learn more!

SEND ALL REPLIES IN NOTECARD or PMs TO: Arik Metzger  - Producer/Coordinator of HPL-RPG
Become a part of the Greatest Lovecraft Show on SecondLife!

Even if you simply wish to be informed and a part of the most active Lovecraft group around, JOIN THE HPL-RPG TODAY!
  secondlife:///app/group/b944ac4c-04e0-dd00-efa2-a9d811ffb9a3/about

Book Luanch Party Invitation


Dear all, 

I would love to invite you to the San Francisco launch party of my children picture book - Treehouse Heroes and the Forgotten Beast. 

Books Inc. 
Nov 17, Sat, 11 am 
2251 Chestnut Street, San Francisco
415-931-3633 

Hope to see you there!


Cheers,
Alina
http://alinanimation.blogspot.com/

Chloe The ‘Susan’ Boot are back!

ebay

original from barneys.com 

Stradivarius

Top Shop

Zara 




first day of school: check!



well, i did it. yesterday was my first day back to school. and holy cow, i felt old. not in my class, since most of the students are seniors (so maybe only a year or two younger than me), but walking around campus. lots of little freshman wandering around campus. made me remember when i was brand new at sdsu. those were the good 'ol days. 

i'm happy to say, my first day back went well! i'm excited to be back and am looking forward to my classes. things went smoothly today and i can only hope that everything will continue to do the same throughout the semester.

Terrorismo mammesco - aka the scaring mom

Ho quest'amica con un figlio di quattro anni. Ci siamo sempre aggiornate sulle fasi salienti delle nostre vite. Da quando sono rimasta incinta le cose però hanno preso una piega ansiogena - almeno per me. Qualche esempio:

Io: - "Ti devo dare una notizia bellissima, sono incinta!"
Lei: - Che bello! Lo sai che io ho appena avuto un aborto spontaneo?" [qui la telefonata completa]

Io: - "Tra un paio di settimane partorirò, ho un po' di paura..."
Lei: " Ma nooo, sta' tranquilla. Guarda, io ho avuto TRE GIORNI di travaglio e mi hanno messo OTTOMILA punti, quando è nato mio figlio non lo volevo nemmeno vedere ma tu sta' tranquilla eh!"

Io:  (partorito da 3 giorni) - " Non riesco ad allattarla, *ancora* non ho latte, speriamo bene"
Lei: - "Guarda,  a me sono venute le ragadi, la mastite, la febbre a 40 e nemmeno sono riuscita ad allattare! piangevo per il dolore!"

Io- "E quindi sto usando il latte formulato. Mi sento male all'idea di non allattarla io ma l'importante è che lei stia bene e cresca"
Lei:- "Brava, fai bene! io ho dovuto cambiare VENTI marche di latte, stava male con tutte, non ti dico che tragedia! Tua figlia sta bene, sì?"

Io: - "Stiamo per passare al latte 2"
Lei: - "Uuuuh, quando ho dato il latte 2 a mio figlio l'ho dovuto ricoverare per un attacco allergico da paura! Tua figlia sta bene, sì?"

Io: - "Sto svezzando Elena"
Lei: - "Mio figlio ha cominciato a mangiare come si deve a 3 anni, mi ha fatto dannare... Elena mangia, sì?"

Io: - "Eh, la prima febbre di Elena"
Lei: - " Sta' tranquilla, passa. Lo sai che mio figlio ha avuto la febbre a 43 [giuro che ha detto così] , l'ho dovuto ricoverare e dopo per reazione è scesa a 34 [giuro]. Tua figlia sta bene, sì?"

Io: - "Elena comincia a camminare, che bello!"
 Lei: - "Quando mio figlio ha cominciato a camminare, il secondo giorno è caduto e si è rotto la caviglia, è stato ingessato per due mesi! Tua figlia sta bene, sì?"

Ora. Io a questa qui voglio anche bene, ma in versione mamma mi fa venire le palpitazioni.  Che il figlio sia nato sotto una cattiva stella?O è lei che enfatizza  i piccoli incidenti di percorso?

Ma soprattutto, perché continuo a risponderle al telefono?

Old Spice Muscle Music

Solo!!!

Old Spice with Muscle Music. Interactive. You can create your own remix.




Old Spice Muscle Music from Terry Crews on Vimeo.

Daniel Wurtzel - Magic Carpet

Kinetic sculptures by Daniel Wurtzel. A sheet of red fabric continuously flies in and out of a vortex of air created in the center of a room. Dance? Art? He will be in the next Cirque du Soleil show.



Norah Jones 'Happy Pills' (Max Tannone remix)

Yeah! Another Max Tannone remix, this time 'Happy Pills', Norah Jones.



3D-Printed Visualizations Of Albums

Very geeky, very nice.

Experimental digital media, music, architecture, and sound art lab Realität — founded by Juan Manuel de J. Escalante — has created 3D-printed visualizations of different albums.
Realität describes their Microsonic Landscapes as “an algorithmic exploration of the music [they] love. Each album’s soundwave proposes a new spatial and unique journey by transforming sound into matter/space: the hidden into something visible.” Each piece was created with the open-source, three-dimensional data visualization programming language known as Processing, and then printed via a programmable machine that can print in plastic called MakerBot.

via





DUMPING E SFRUTTAMENTO: IL CORAGGIO DELLA DENUNCIA

Di Giorgio Fonio (*)

Lavorare e non percepire il salario penso sia una delle cose più umilianti che possa capitare. Svegliarsi la mattina, recarsi sul posto di lavoro e dedicare la propria giornata per il bene di un’azienda e poi… sperare che un giorno il tuo datore di lavoro ti versi la paga.
Una situazione che può logorare chi la subisce e che può creare non pochi problemi all’interno del proprio nucleo familiare. Uno stipendio tra l’altro non faraonico, appena sufficiente per pagare le spese fisse che ognuno di queste lavoratrici si trova dover sostenere mensilmente. Comprarsi magari un paio di scarpe e andare a mangiare una pizza diventa poi una chimera.
Nel caso specifico la titolare di Aquolina, in maniera subdola, ha assunto volutamente personale frontaliere, dunque senza alcuna conoscenza del nostro sistema legislativo, e giovane, perciò caratterialmente molto fragile e manipolabile. Prometteva loro un buon posto di lavoro e una retribuzione decente, CHF 1'600.- per lavorare metà tempo. Alla luce dei fatti poi le ragazze si ritrovavano a lavorare a tempo pieno e talvolta anche oltre.


Capitava che iniziassero la giornata lavorativa presso il laboratorio del take away, venivano in seguito impiegate presso il ristorante del Tennis Club di Seseglio (stabile di proprietà del Comune di Chiasso) e terminavano la giornata presso uno dei numerosi catering che la “responsabile” riceveva in appalto potendo presentarsi sul mercato a prezzi sicuramente vantaggiosi.
Ciò che mi ha sconvolto è stata la strafottenza con cui l’amministratrice unica della società si è rivolta alle lavoratrici durante tutta l’azione di protesta e gli atteggiamenti che ha rivolto all’arciprete di Chiasso, Don Gianfranco Feliciani, reo di rivendicare anch’egli il pagamento dell’affitto degli spazi messi a disposizione da parte della parrocchia al take away Aquolina. Un’arroganza dimostrata anche dal cartello che oggi è stato esposto all’esterno dell’esercizio pubblico: “Siamo aperti. Abbiamo fame”. Una presa in giro nei confronti delle lavoratrici che da giugno non percepiscono il salario nonostante hanno prestato i loro servizi all’azienda e che con un coraggio encomiabile hanno avuto la forza di alzare la testa e di denunciare questo nuovo grave caso di dumping salariale e sociale.
Queste ragazze devono essere un esempio per i molti lavoratori e le molte lavoratrici che giornalmente subiscono dei soprusi sul proprio posto di lavoro. Chi si comporta in questo modo inoltre danneggia l’intero sistema locale, mettendo in difficoltà anche i ristoratori onesti che con grande fatica rispettano le leggi vigenti.
Sappiamo tutti che la ristorazione sta attraversando un momento difficile e pertanto simili “imprenditori” vanno a compromettere anche gli altri lavoratori impiegati nei ristoranti cittadini, che confrontati con un calo della clientela, a causa dell’impossibilità di essere concorrenziali nei confronti di chi può permettersi di abbassare in modo considerevole i prezzi (ora sappiamo anche il perché!), si ritrovano a dover ridurre il personale impiegato.
Qualcuno ieri scriveva che per noi sindacalisti questa situazione è castrante in quanto si continua a lottare a 360° gradi ma non si è supportati da leggi adeguate. Personalmente rispondo che fintanto che avrò la forza continuerò a denunciare chi agisce senza scrupoli approfittando per meri scopi di guadagno dell’ingenuità e della debolezza di persone che raggiungono il nostro paese con la sola speranza di guadagnarsi qualche franco per poter vivere dignitosamente.

(*) sindacalista OCST

New Work- In The Weeds



Sometimes you just have to stop to let the good stuff in! 



 Holly DeWolf -Illustrator and Author

QUEL PECCATO CHE GRIDA VENDETTA AL CIELO!

Di Don Gianfranco Feliciani (*)

La ragazza esplode in un pianto dirotto mentre io la guardo imbarazzatissimo. Cerco di calmarla ma non é facile trovare le parole. Ci vuole qualche minuto prima che si plachi. Finalmente ritrova la parola: "Da diversi mesi non percepisco più alcun salario. Sono stata presa in giro e con me tante altre persone. Ho firmato un contratto di lavoro al 50% per un salario di 1'600 franchi mensili, lavorando però di fatto a tempo pieno e oltre, con picchi di 17 ore al giorno. Quando ho chiesto di essere giustamente pagata per il lavoro svolto sono stata immediatamente licenziata e minacciata".


Sono indignato, ma quando vengo a sapere che queste gravi ingiustizie sono state commesse dentro "casa mia", in uno stabile in affitto di proprietà della Parrocchia, mi sento non certo... l'AQUOLINA in bocca, bensì il SANGUE ribollire nelle vene!
Il Catechismo di un tempo, con il suo linguaggio colorito, ammoniva che "sottrarre la giusta paga all'operaio é un peccato gravissimo, uno di quelli che gridano vendetta al cielo". Oggi il Catechismo usa un altro linguaggio, ma l'accento posto sulla gravità del peccato rimane eccome! "Ogni pratica che riduce le persone a non essere altro che puri strumenti in funzione del profitto, asservisce l'uomo e conduce all'idolatria del denaro. Il desiderio smodato del denaro é una delle cause dei numerosi conflitti che turbano l'ordine sociale".
La ragazza con altre compagne ha denunciato il caso all'OCST, il quale é subito intervenuto chiedendo giustizia nei confronti di chi abusa spudoratamente delle leggi a discapito dei più elementari diritti umani. I nostri sono tempi che esigono attenzione, vigilanza, ascolto e coraggio nel denunciare l'idolatria del profitto che riduce le persone a cose da usare e gettare a piacimento. Questo senso della giustizia interpella tutti, a maggior ragione chi si riconosce nel Vangelo e nella Dottrina sociale della Chiesa.

(*) Parroco di Chiasso

ETICA NEL LAVORO CONTRO LO SFRUTTAMENTO DEI CAIMANI

Il caso dello sfruttamento di ragazze frontaliere impiegate al take away Aquolina di Corso San Gottardo a Chiasso, denunciato dal sindacato OCST, riapre la questione dell’etica nel mondo del lavoro. Le giovani che ieri hanno manifestato la loro indignazione per il trattamento subìto, hanno raccontato di aver firmato contratti al 50% di impiego per un salario di 1'600 franchi al mese, ma di aver lavorato di fatto a tempo pieno, con picchi di 17 ore al giorno. E alcune di loro hanno denunciato di non essere mai state pagate dall’amministratrice della Mesos, società a cui fa capo il take away.

Qui siamo quindi di fronte a malafede, inganno e sfruttamento in piena regola. Quello dell’Aquolina é uno dei tanti scandali venuti alla luce negli ultimi anni (soprattutto nel settore edile, dove è più forte l’attenzione sindacale), da quando la libera circolazione è diventata il piede di porco usato da imprenditori senza scrupoli (furbetti e caimani) per scardinare un sistema sociale e salariale, quello ticinese, che per quanto fosse debole rispetto al resto della Svizzera aveva raggiunto livelli minimi di rispetto e di equità.

A questi sedicenti imprenditori che insediano attività in Ticino soltanto per lucrare sul lavoro di persone disposte ad accettare quasi tutto pur di avere un salario – anche infimo - e sfuggire a un destino di disoccupazione dobbiamo dire che non li vogliamo.

Bisogna impedire a questa gente senza scrupoli di creare in Ticino un mercato del lavoro “discount”, un sottobosco dove proliferano fenomeni di dumping e di illegalità che pian piano stanno toccando anche i ticinesi e non solo i frontalieri. Ed è ora che la politica si dia una mossa e la smetta di giustificare tutto in nome dell’assenza di basi legali. Le basi legali, se non ci sono, le si creano.

E questo discorso vale per tutti: imprenditori svizzeri e stranieri. Non bisogna più ammettere salari al di sotto dei 3’500 franchi lordi mensili (meglio sarebbe 4'000), che già bastano a mala pena per sopravvivere. È vero che ci sono i contratti collettivi. Ma questi contratti coprono solo una minima parte dei settori professionali e quindi proteggono solo la minoranza dei lavoratori.

In nome della libertà di mercato, della crisi e della concorrenza, non si può inoltre tollerare che i contribuenti coprano con le loro imposte, sotto forma di sussidi e contributi pubblici (cantonali e comunali), la differenza tra i salari insufficienti e quanto occorre ai lavoratori per raggiungere un livello economico di sostentamento. Perché alla fine è cosi che va a finire: i cittadini sussidiano indirettamente le imprese che praticano salari da fame.

tourist tuesdays: san antonio with diana!

hello all & happy tourist tuesday! today i'm excited to have diana here to share all about her most recent road trip to san antonio.  i've always wanted to explore texas, and after reading about san antonio, that might have to be my first stop in the lonestar state!  

------------------------------------------------------------------------------

Hi Everyone! I’m Diana from Down Home Traveler where I write about all things “exploration”. Food, music and being a tourist in your own (and others) backyard and everything in between! There is so much out there to see! Thank you Kelsey for having me as a Tourist Tuesday guest! 

Our most recent trip was just a weekend getaway. Sometimes it’s just nice to escape reality, even if it is just for two days. And it’s possible! San Antonio is a good four hour drive from where we live but somehow we did it all in a weekend! 



How We Got There (And Back) 

On the way down, we took Highway I-35. It got us there the fastest. The scenic route came on the way home, thru Highway 183 and 281. This will take you thru “The Hill Country” where it is nothing but wide open spaces, ranches and small Texas towns. It may take a little bit longer (not much) but recommended if you have the time and want to see what Texas is all about. 




What to Do / Where to Eat 

Breakfast at the Czech Stop and Round Rock Donuts. Sure, we stopped at both but it was well worth it! (Man vs. Food actually filmed here to check out these huge donuts.) 


The San Antonio Missions. If you are into history, architecture, well even if you’re not, this is a must see. San Antonio is the home to four missions, which are all relatively close to each other. They’re easy to get to and all you have to do is follow the signs to the next one! When a mission comes into view, it’s like it comes out of nowhere in the communities that they are in. They are huge, beautiful, hundreds of years old and make up a huge part of Texas history. Best of all they are free! 




While visiting the missions, you can make your way to the famous of them all – The Alamo! The Alamo is housed right dab in the middle of San Antonio, plus it makes it really convenient for the next attraction. Free as well. 


San Antonio is also well known for The Riverwalk. You can shop, stay, eat and even take a boat ride down the San Antonio thru town. We took the tour. It cost us about $8-$10 for the 30 minute ride where we learned about the history of The Riverwalk, San Antonio, the San Antonio River and the buildings that surround it. It was really interesting and a beautiful trip in the heart of the city. It gives a great new perspective of exploring a city in 30 minutes from the eyes of the water. 


Next, we decided to leave San Antonio and visit a nearby town of Gruene, about 30 minutes away. I fell in love. This cute little South Texas town is home to Gruene Hall (George Strait got his start here), wineries and antique shops. Shopping, dining and live music is all at your fingertips. You can’t help but love Gruene! 



Dinner – The Salt Lick in Driftwood. We had the most delicious BBQ dinner in the most relaxing atmosphere possibly in the entire South. And, it’s affordable! (For those with big appetites: an “all you can eat” plate is $20.) There is also a vineyard, wine tasting spot, beer table, live music and bocce ball. Don’t be alarmed if there is a wait, it’s normal and your meal will be well worth it! 


Where to Stay 

We stayed about 20 minutes north of Driftwood off I-35 at Springhill Suites in South Austin. We found a great deal online (we may have even used our AAA discount) for a suite under $100. Indoor pool, free breakfast, large room – can’t go wrong! 

San Antonio and the Hill Country was a great place to getaway for the weekend and I honestly can’t wait to go back! 

Feel free to swing by my blog at www.downhometraveler.com for more information on our trip to San Antonio and other travels or with any questions. I’d love to hear about your recent trips!

------------------------------------------------------------------------------

thanks so much for sharing, diana!  
be sure to stop by her blog to say hello
and link up your tourist tuesday posts in the comments! 



if you'd like to guest post for tourist tuesdays, let me know!
i'd love to have you.